Vi aspettiamo…

Riapertura graduale dei servizi al pubblico
La Mediateca regionale pugliese ha predisposto tutte le misure di sicurezza per la riapertura graduale dei servizi al pubblico a partire da martedì 1 settembre 2020. In sede sarà attivo anche il servizio di Prestito dal lunedì al venerdì, dalle ore 9.00 alle ore 14.000. L’ingresso in Mediateca sarà contingentato. Per accedere, gli utenti dovranno essere muniti di dispositivi di protezione individuale (mascherine), igienizzarsi le mani con l’apposito gel disinfettante messo a loro disposizione all’ingresso e seguire un percorso a senso unico delimitato da specifica segnaletica, per garantire l’osservanza della distanza interpersonale di sicurezza. Il servizio di Prestito sarà organizzato secondo le seguenti modalità: – Prenotazione del libro/rivista/DVD/blu ray tramite e-mail all’indirizzo: info@mediatecapuglia.it al fine di concordare modalità e tempi di ritiro. Una volta ricevuta la mail di conferma della disponibilità dell’opera richiesta, l’utente potrà accedere al servizio nei giorni e negli orari stabiliti. Non sarà consentito l’accesso a chi non abbia preventivamente effettuato la prenotazione per e-mail Il servizio prestito è riservato a coloro che sono regolarmente iscritti. Per le nuove iscrizioni fare richiesta, utilizzando la modulistica predisposta e resa utilizzabile sulla home page, tramite e-mail all’indirizzo info@mediatecapuglia.it, Sono temporaneamente sospesi seminari, eventi, visite guidate; la delicata situazione impone, infatti, una limitazione dell’utilizzo degli spazi e dei servizi. Si consiglia di consultare regolarmente il sito della Mediateca per conoscere ogni aggiornamento in ordine alla gradualità con cui verranno resi disponibili tutti i servizi.

precedenteprecedente
successivasuccessiva
Shadow
Slider

“Cultura non è possedere un magazzino ben fornito di notizie, ma è la capacità che la nostra mente ha di comprendere la vita, il posto che vi teniamo, i nostri rapporti con gli altri uomini.
Ha cultura chi ha coscienza di sé e del tutto, chi sente la relazione con tutti gli altri esseri”
(Antonio Gramsci)

Skip to content