La Mediateca Regionale Pugliese è orgogliosa di ospitare per la rassegna “Autunno in Mediateca” uno dei più apprezzati fotografi di scena del cinema Italiano:Angelo Raffaele Turetta. “Cronache dalla finzione” è il titolo della mostra e dell’incontro pubblico che si terrà, giovedì 24 novembre alle 19, nella sede della Mediateca (via Zanardelli 36, ingresso libero fino a eseguimento posti). A dialogare con Turetta, sarà il fotografo e stampatore Domenico Tattoli.

 

Nel corso dell’incontro Angelo Turetta mostrerà come è possibile ingannare, attraverso la fotocamera, la visione del reale analizzando alcuni dei suoi scatti più celebri. Tra questi ricordiamo alcune delle produzioni cinematografiche e televisive alle quali Turetta ha lavorato come fotografo di scena: “La meglio Gioventù”, “I Cento Passi”, “Non essere cattivo” e “Nuovomondo”. A lui si deve anche la “mitica” foto di Italo Calvino alla finestra.

 

Il lavoro di Turetta è un affresco sul cinema italiano attraverso gli occhi della meraviglia e della curiosità. Sono queste le caratteristiche che hanno attirato l’attenzione di molti registi italiani. Lavori che lo hanno portato a vincere nel 2001 il primo premio del “World Press Photo” nella categoria “Art Section” e varie volte il premio “Click Ciack”. Dal 1982 fa parte della prestigiosa agenzia “contrasto” come ritrattista e reporter, seguendo in prevalenza temi sociali e di attualità nazionali (con particolare attenzione alla città di Roma) e internazionali. Nel ‘94 ha iniziato un viaggio, terminato dopo un anno e mezzo, nelle terre della camorra. Dal 1993 lavora al progetto di un ampio reportage sul cinema italiano e insegna fotogiornalismo all’Istituto Europeo di Design.

 

Il progetto “Autunno in Mediateca” è promosso dalla Regione Puglia e realizzato con la Fondazione Apulia Film Commission nell’ambito del progetto “Mediateca Regionale Pugliese”, a valere su risorse del Bilancio autonomo della Regione Puglia, assessorato Cultura, tutela e sviluppo delle imprese culturali, Turismo, Sviluppo e Impresa turistica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Skip to content