loghi_footer

MEDIATECA E UNIVERSITA’ DI BARI INSIEME PER CELEBRARE IL SOCIOLOGO STUART HALL E LO SCRITTORE ANTROPOLOGO GEORGE BATAILLE
da martedì 6 inoltre la rassegna “Scenari d’amore”

La Mediateca Regionale Pugliese, gestita da Apulia Film Commission, inaugura il mese di maggio con un duplice appuntamento in proficua collaborazione con l’Università di Bari e l’Università francese di Montpellier, proponendo due appuntamenti che rendono omaggio a due intellettuali contemporanei di levatura internazionale: il sociologo britannico Stuart Hall il 5 maggio e lo scrittore e antropologo francese Georges Bataille il 7 maggio. In particolare, il primo, Stuart Hall, di recente scomparso, sarà celebrato con la visione del documentario del 2013 a lui dedicato da John Akomfrah e in anteprima nazionale, mentre il secondo, George Bataille è protagonista di un convegno internazionale a Bari che vedrà la partecipazione di ospiti ed esperti nazionali e francesi.

Venendo all’appuntamento di lunedì 5 maggio, il pomeriggio comincerà alle 17.00 con la proiezione del documentario di John Akomfrah “The Stuart Hall Project. Revolution, politics, culture and the New Left Experience” del 2013 (in lingua inglese con sottotitoli in lingua originale) e sarà seguito da un momento di confronto durante il quale saranno letti e condivisi stralci degli scritti del sociologo che è stato promotore del celebre Centre for Contemporary Cultural Studies dell’Università di Birmingham. Hall ha dedicato la sua ricerca agli studi sulla cultura pop britannica, sulle sottoculture e le mode giovanili, sui mass-media, sulle arti visive e sull’etnicità, influenzando brillantemente il dibattito intellettuale britannico e internazionale. L’evento nasce da un’idea di Patrizia Calefato, Floriana Bernardi, Claudia Attimonelli, Angela D’Ottavio, Roberto Derobertis, Annarita Taronna e Paola Zaccaria.

Definito da Jean Paul Sartre “mistico senza Dio”, George Bataille sarà al centro di una lunga giornata di studi che comincerà all’Università di Bari (facoltà di Giurisprudenza) la mattina di mercoledì 7 e proseguirà nel pomeriggio in Mediateca Regionale Pugliese. Sarà quindi una giornata di dibattiti, interpretazioni e visioni attorno alla sua densa ed eterogenea opera di poeta, sociologo, scrittore, antropologo, fondatore di riviste e membro di movimenti artistici come il Surrealismo, capace di influenzare le riflessioni di pensatori contemporanei come Michel Foucault, Giorgio Agamben, Jacques Derrida, Alberto Abruzzese, Michel Maffesoli e molti altri. All’incontro parteciperanno, insieme a due rappresentanti dell’Università francese presenti per l’occasione Philippe Joron e Vincenzo Susca, Onofrio Romano, Claudia Attimonelli, Patrizia Calefato, Pino Cascione e il gruppo Action 30 composto da Pierangelo Di Vittorio, Alessandro Manna e Enrico Mastropierro, che nel pomeriggio in mediateca presenta l’applicazione dedicata al videographic novel su Georges Bataille e André Breton.
Le visioni in Mediateca proseguono nei giorni a venire con un programma ispirato alla poetica e all’estetica batailliana. I film in programmazione che saranno a disposizione dell’utenza, a cura di Angelo Amoroso D’Aragona, sono: “Simona” di Patrick Longchamps – una trasposizione di Storia dell’Occhio in chiave B Movie e con una strepitosa Laura Antonelli; “Une Partie De Campagne” di Jean Renoir con Georges Bataille nella figura del seminarista e l’allora ancora moglie Sylvia protagonista; “Mentre Parigi Dorme” di Marcel Carné con Sylvia protagonista nell’anno del divorzio da Bataille (dopo moglie di Lacan), “L’uomo, la donna, la bestia. Spell (Dolce mattatoio)” di Alberto Cavallone.

A completare la settimana in Mediateca, martedì 6 avrà inizio la rassegna “Scenari d’amore” curata dalle Edizioni dal Sud: in tre diversi appuntamenti saranno presentati tre libri di Waldemaro Morgese e a ciascun libro sarà abbinata la visione di un film. Si comincia, alle 18 di martedì, con il libro “L’amore per la cultura” abbinato al film “The hollywood librarian” (USA 2007) di Ann M. Seidl – ospiti: il giornalista Dionisio Ciccarese e il docente Daniele Maria Pegorari (Università di Bari). Si continua il 20 maggio con “L’amore per la politica” abbinato al film “Trashed” (USA 2012) di Jeremy Irons – ospiti: la documentarista Cecilia Mangini e il docente Ennio Triggiani
(Università di Bari) e si conclude il 27 maggio con “L’amore per l’economia” abbinato a “Capitalism: a love story” (USA, 2009) di Michael Moore; ospiti: il docente Gaetano Veneto e lo scrittore Lino Angiuli.

stuart hall project locandina

Ingresso gratuito, info www.mediatecapuglia.it

Prima della pausa per la festività del 1° maggio, la Mediateca Regionale Pugliese gestita da Apulia Film Commission, propone questa settimana due appuntamenti per il pubblico.

Domani, martedì 29 aprile alle 17.30, per la rassegna su “Cinema e autismo” curata dalla Coop Per.la sarà proposto il film “Crazy in love” di Peter Maess; mercoledì 30 aprile alle 18.00 l’associazione culturale Porta d’Oriente organizza la presentazione del libro “E…la felicità prof?” di Giancarlo Visitilli, presente all’incontro.

La Mediateca rimarrà poi chiusa da giovedì 1° maggio a domenica 4 maggio.

 

Ingresso gratuito, info www.mediatecapuglia.it

 

La Mediateca è un’ Iniziativa cofinanziata dal FESR – Azione 4.3.1.

IN VIAGGIO CON CECILIA lunedì 3 e martedì 4 febbraio nel Circuito D’Autore e dal 7 febbraio IL CINEMA DI CECILIA MANGINI incontri e proiezioni in Mediateca per continuare il viaggio nel suo cinema ormai leggendario

in viaggio con cecilia_still03Dopo aver aperto, lo scorso novembre, il 54° Festival dei Popoli di Firenze, il documentario di Cecilia Mangini “In viaggio con Cecilia”, scritto a quattro mani con Mariangela Barbanente (già regista di “Ferrhotel” e sceneggiatrice, tra gli altri film, de “L’intervallo” di Leonardo Di Costanzo),  arriva al cinema ospite del Circuito D’Autore di Apulia Film Commission.

Ci saranno le stesse registe per presentarlo lunedì 3 febbraio alle 20.30 al Bellarmino di Taranto e martedì 4 alle 20.30 al Nuovo Splendor di Bari: a introdurlo, lunedì, ci sarà il critico cinematografico Massimo Causo, mentre martedì a Bari la presidente di Apulia Film Commission Antonella Gaeta e Francesca Romana Recchia Luciani, docente di Filosofie contemporanee e saperi di generi all’Università di Bari.

Inoltre, tra venerdì 7 e venerdì 21 febbraio, la Mediateca Regionale Pugliese di Bari dedicherà un’ampia retrospettiva alla Mangini, con proiezioni, ospiti e momenti di approfondimento, organizzata in collaborazione con i Dipartimenti FLESS e LELIA dell’Università degli Studi di Bari e con la Biblioteca del Consiglio Regionale Puglia “Teca del Mediterraneo”.

Prima donna a girare documentari nel dopoguerra, autrice di capolavori quali “Ignoti alla città e “La canta delle marane”, la Mangini ha raccontato – dalla fine degli Anni ‘50 alla metà dei ‘70 – un’Italia divisa tra boom economico e contraddizioni sociali e nel suo nuovo film con la Barbanente punta la macchina da presa su Taranto nei suoi giorni più drammatici legati alla vicenda ILVA.

Nato nell’estate del 2012, con l’obiettivo di raccontare con un film on the road com’è cambiata la “loro” Puglia (entrambe le registe sono nate a Mola di Bari), terra che è stata tra i temi centrali dell’opera di Cecilia Mangini, “In viaggio con Cecilia” ha da subito voluto intrecciare epoche e luoghi, facendo dialogare le immagini d’archivio con quelle del presente. Ma in quella stessa estate del 2012, un giudice ordinava l’arresto di Emilio Riva, il “padrone” dell’ILVA di Taranto, dichiarando che la città è ostaggio dell’inquinamento che l’acciaieria produce. Il viaggio diventa così l’occasione per confrontarsi con alcune domande che nei decenni passati Cecilia Mangini aveva posto al centro della sua ricerca: come guardare all’industria che riscatta una terra, che la traina fuori dalla sua dimensione arcaica, ma al tempo stesso la pone in un presente crudele e contraddittorio? Le riposte non possono che essere cercate nelle persone incontrate: prospettive personali e uniche su un tema collettivo che ci mette in discussione oggi come ieri.

Locandina_Film“Il film – spiegano le autrici – è cambiato in corsa perché la realtà ci ha sorpreso. Siamo partite con l’idea di raccontare come un territorio è mutato in 50 anni – in un confronto tra due sguardi diversi e grazie alla testimonianza dei documentari girati da Cecilia negli anni Sessanta – ma quando siamo arrivate a Taranto, e poi a Brindisi, le due città, seppure in modo differente, si sono rivelate un laboratorio di ciò che stava succedendo nell’intero Paese. E così ci siamo buttate nella mischia: abbiamo parlato con le persone che incontravamo, ci siamo confrontati con la loro storia. E il nostro viaggio da fisico è diventato emotivo. Un viaggio fatto di memorie passate, testimonianze presenti e riflessioni”.

“Le immagini di oggi – continua Mariangela Barbanente – dialogano costantemente con quelle di ieri, in particolare con Brindisi ’65 e Tommaso (1966), in cui Cecilia aveva già posto specifiche domande sul problema della industrializzazione meridionale, e con Essere Donne (1964) e Comizi d’amore ’80 (1982, realizzato insieme a Lino Del Fra), dove aveva analizzato i cambiamenti sociali e culturali relativi alla nascita e al radicamento di una nuova classe operaia e il ruolo della donna in una società così fortemente cambiata”.

“In viaggio con Cecilia” è un film prodotto da Gioia Avvantaggiato per GA&A Productions, in associazione con Elenfant Film, in collaborazione con Rai Cinema, con il contributo di Apulia Film Fund, con il sostegno della Cineteca di Bologna e del Centro per lo sviluppo dell’audiovisivo e dell’innovazione digitale in Emilia Romagna. Film riconosciuto d’interesse culturale con il sostegno di Ministero per i beni e le attività culturali – Direzione Generale per il cinema.

 

Mangini_locandinaVenendo al ricco programma della Mediateca, curato da Angelo Amoroso d’Aragona che coordinerà gli incontri, questo sarà così articolato:

venerdì 7 febbraio h 18.00

Angela Bianca Saponari (Docente di Storia del Cinema e di Storia del Cinema Italiano all’Università di Bari): “Cecilia Mangini nella stagione del realismo e del documentario dal secondo dopoguerra agli anni settanta”.

Proiezione di: “La Firenze di Pratolini” (1959); “La canta delle marane” (1962); “Tommaso” (1965); “Brindisi ‘65” (1965)

Lunedì 10 febbraio h 18.00

Davide Barletti, regista, introduce il suo documentario

Proiezione di “Non c’era nessuna Signora a quel tavolo – il cinema di Cecilia Mangini” (Teca del Mediterraneo – Fluid produzioni, 2010)

Venerdì 14 febbraio h 18.00

Vincenzo Velati, critico: ““Il film di Del Fra, Mangini e Miccichè dentro l’esperienza della distribuzione democratica dei Circoli ARCI prima e dopo il ‘68”

Proiezione di “All’armi siam fascisti” (1962)

Lunedì 17 febbraio h 18.00

Francesca Romana Recchia Luciani (Docente di Filosofie contemporanee e saperi di genere – Università di Bari): “Cecilia Mangini e la condizione femminile”.

Proiezione di:  “Maria e i giorni” (1959); “Essere donne” (1965); “La briglia sul collo” (1972)

Venerdì 21 febbraio h 18.00

Gianluca Sciannameo, critico: “Cecilia Mangini e le ricerche antropologiche di Ernesto De Martino”,

presentazione del libro “Con ostinata passione –il cinema documentario di Cecilia Mangini” di G.Sciannameo (Edizioni dal Sud | Percorsi di “Teca”, Bari, 2010).

Proiezione di: “L’inceppata” di Lino Del Frà (1960); “La passione del grano” di Lino Del Frà (1960); “Stendalì (suonano ancora)” (1960);  “Divino Amore” (1960); “Felice Natale” (1965)

Presentata oggi la prima Emeroteca Musicale italiana a cura della Mediateca Regionale Pugliese gestita da Apulia Film Commission.

La Mediateca Regionale Pugliese diventa la culla della prima Emeroteca Musicale italiana dedicata alla cultura rock, pop, elettronica e alle relative derive di ieri e di oggi, per la prima volta da ammirare e sfogliare nei loro supporti originali: le riviste.

MEM è un progetto innovativo, unico in Italia e sensibile ai saperi e alle pratiche della culture contemporanee e a presentarlo sono intervenuti: i giornalisti Ernesto Assante e Gino Castaldo, Luca De Gennaro (Mtv), Antonella Gaeta (Presidente Apulia Film Commission) e Claudia Attimonelli (Mediateca Regionale Pugliese).

Parte del materiale sarà esposto nei tre giorni del MEDIMEX, mentre il resto sarà subito consultabile negli spazi della Mediateca, in via Zanardelli 30-36 a Bari

 

2001 Lou reed

Rolling stones Madonna

The face Nirvana

dal 22 ottobre in Mediateca la rassegna organizzata dal Comune di Bari con il Centro antiviolenza

Inizia martedì 22 ottobre alle 18.00 con PRIMO AMORE di Matteo Garrone, VISIONI DI GENERE #violenza identità diritti stereotipi lavoro, una rassegna cinematografica sulle donne e l’immaginario femminile organizzata dall’Assessorato al Welfare del Comune di Bari, a cura del Centro antiviolenza “La luna nel pozzo” e  in collaborazione con la Mediateca Regionale Pugliese, gestita da Apulia Film Commission.

Read More

terre-di-mezzo_banner

Tra studi sul cinema fantasy e di fantascienza e il laboratorio dal basso sul documentario, la settimana nella Mediateca Regionale Pugliese gestita da Apulia Film Commission si annuncia ricca di appuntamenti diversi.

Read More

 1290133_3361848820338_1157483473_n
Nel mondo del documentarioDue settimane di lezioni e project work con I/O DocDa lunedì la Mediateca ospita per due settimane il laboratorio dal basso Input/Output Doc. Dopo Digital Heritage il Collettivo 14fps torna con un appuntamento tutto dedicato al cinema documentario, organizzato da SINAPSI FILM – Produzioni Partecipate.
Si entra subito nel vivo con le lezioni di Mario Balsamo e Paola Cassano, sul cinema documentario e sui circuiti dei festival. L’appuntamento è in Mediateca alle 9:00.
Alle 14:30 inizia il primo project work: Sessioni pratiche di pre-pitching tenuto da Mario Balsamo su come trasformare un’idea in un progetto convincente.
Gli organizzatori ricordano ai partecipanti di presentarsi alle lezioni, possibilmente, muniti di un laptop. Inoltre, a causa dei tempi ristretti, i docenti si riservano di effettuare una selezione dei progetti, da prendere in considerazione in aula, basata su parametri didattici e non di merito. Sarà cura degli organizzatori evitare che vengano selezionati sempre gli stessi progetti, nei diversi project work.
Dalla lista pubblicata in basso potete accedere all’elenco dei partecipanti con progetto.
Ricordiamo che l’accesso alle lezioni frontali e ai project work, come pubblico uditore, è sempre libero, sino ad esaurimento posti.
Vi aspettiamo in mediateca.

Read More

praesidenten

A partire dalla proposta di uno dei suoi giovani utenti, studente dell’Accademia di Belle Arti di Bari, la Mediateca Regionale Pugliese di Bari, gestita da Apulia Film Commission, propone da lunedì 22 e fino al 2 agosto la retrospettiva “Dies Dreyer” dedicata interamente al regista danese Carl Theodor Dreyer. Puntando ancora una volta sul rapporto fertile con l’utenza che sempre più assiduamente la frequenta, la Mediateca Regionale apre quindi le sue porte a un evento unico e prezioso, occasione per i più giovani di conoscere uno dei più grandi e discussi autori del secolo scorso.

Con la consulenza scientifica del critico cinematografico Vito Attolini, la rassegna presenterà dieci appuntamenti con alcuni dei titoli più celebri del regista scandinavo, supportati sempre da momenti di approfondimento e confronto: lunedì si comincia alle 17.00 con l’introduzione a cura di Attolini, cui seguirà la proiezione dei primi due film “Praesidenten” e “La vedova del pastore” e in chiusura un buffet a base di piatti e bevande tipicamente danesi (l’ingresso è libero e gratuito, ma per partecipare al gruppo di visione è necessario inviare una mail a giambellino3@gmail.com<mailto:giambellino3@gmail.com>).

Il ciclo continuerà poi con: “Pagine dal libro di Satana” (il 23 alle 17.00), “C’era una volta” e “Desiderio del cuore” (il 24 dalle 17.00), “L’angelo del focolare” (il 25 alle 17.00), “La passione di Giovanna d’Arco” (il 26 alle 17.00), “Vampyr” (il 29 alle 17.00), “Dies irae” (il 30 alle 17.00), una serie di cortometraggi (il 31 alle 21.00), “Ordet” (il 1° agosto alle 17.00) e infine “Gertrud” (il 2 alle 17.00).

La rassegna “Dies Dreyer” è aperta a tutto il pubblico che vorrà parteciparvi e insieme con i film saranno a disposizione testi di recente acquisizione, ma anche fonti di rara reperibilità, come riviste o libri fuori catalogo in possesso della Mediateca Regionale.

La Mediateca è un’ Iniziativa cofinanziata dal FESR – Azione 4.3.1.

dreyer loc

Venerdì 12 luglio h 17.30 c/o Mediateca Regionale Pugliese

È tra musica e formazione l’appuntamento di questa settimana nella Mediateca Regionale Pugliese di Bari gestita da Apulia Film Commission.

Venerdì 12 luglio alle 17.30 Vincenzo “Viz” Maurogiovanni terrà uno showcase di presentazione del suo “Metodo intensivo di Ear Training” metodo didattico per l’allenamento dell’orecchio musicale dedicato ad ogni categoria di musicista. A conclusione della presentazione Vincenzo Maurogiovanni si esibirà in un bass solo.

”Metodo intensivo di Ear Training” è un percorso didattico graduale e semplice da comprendere, che vuole stimolare la ricerca della creatività sia nei giovani che stanno per affrontare un percorso importante sia chi con la musica lavora e si diverte.

Il metodo è rivolto a tutti i musicisti, quindi a coloro che hanno a che fare con voce, basso o contrabbasso, chitarra, batteria o percussioni, washboard o armonica a bocca. Qualunque sia lo strumento utilizzato, questa nuova ed innovativa pubblicazione sull’ear training ha alla sua base una riflessione importante: educare alla corretta percezione dei suoni è fondamentale per diminuire le distanze tra un’idea musicale e la sua realizzazione.

 

Il metodo è stato pubblicato per la barese Fou(r)Edition e si può acquistare per il momento in rete sulle pagine del sito www.four-edition.com.

 

Bassista eclettico, Vincenzo Maurogiovanni si pone all’attenzione del panorama musicale internazionale con le vittorie di Euro Bass Day e di Bass Master. E’ attivo sia nel campo didattico tenendo corsi e seminari in scuole di musica italiane ed europee, che in quello concertistico collaborando con diversi artisti italiani ed internazionali.

 

Ingresso gratuito, info www.mediatecapuglia.it

 

 

La Mediateca è un’ Iniziativa cofinanziata dal FESR – Azione 4.3.1.

 

L’ultima settimana di giugno in Mediateca Regionale Pugliese sarà nel segno dell’arte  e della musica, con l’attesa performance/laboratorio SonorApuliae di sabato 29 e con la seconda parte della mostra dedicata al cinema di fantascienza, accompagnata ancora una volta dalla retrospettiva sul cinema ispirato al genio di Philip Dick.

Si comincia in musica mercoledì 26 giugno alle 11.30, quando la hall ospiterà l’evento showcase degli Yellow in collaborazione con l’Accademia del Lusso e lo Sziget Festival. La band, finalista per le selezioni del festival, è alla ricerca di un look per la performance estiva e dunque si presenta nuda alla ricerca di stilisti e designer che saranno selezionati grazie ad un contest online: “The Yellow. Vestiteci per lo Sziget” è il nome dell’evento.

 

Il pomeriggio alle 17.30 la Mediateca inaugura la seconda tappa della mostra dei preziosi manifesti originali del cinema di Fantascienza all’interno della rassegna Sognando pecore elettriche_ Philip K. Dick tra visioni filmiche e grafiche. Dopo gli anni ’40 e ’50 giungono i manifesti dei prolifici anni ’60, con il cinema Sci-Fi italiano di culto: presenti allora i manifesti di film di Elio Petri (La Decima Vittima, 1965 con Mastroianni), Lamberto Bava (Terrore nello Spazio, 1965), l’epopea di Godzilla e, naturalmente, immancabile, la pietra miliare della cinematografia fantascientifica, 2001 Odissea nello spazio di Kubrik. Accanto all’expo degli affiches continua anche la serie di film tratti dalla filmografia dickiana: mercoledì 26 alle 16.00 sarà proiettato Total Recall (Atto di Forza) nella versione del 1990 interpretata da Schwarzenegger del 1990, mentre alle 18.15 sarà proposto il remake del 2012 diretto da Len Wiseman.

L’expo è curata da Claudia Attimonelli, il reperimento iconografico e l’allestimento da Raffaele Maione e Valeria Pacilli.

Giovedì 27 alle 18.00 si presenta il libro di Michele Antonio Nigretti e Francesco Barresi, Fenomeno Hacking. Analisi Sociocriminalistica dell’intrusione informatica, Edizione IRIS4 Roma: saranno presenti gli autori.

Venerdì 28 alle 18.30 la Mediateca ospita l’evento Retenergie, un incontro di tutti i  GAS d’Italia (Gruppi di Acquisto Solidale). L’incontro sarà coordinato da Rodolfo Ritossa.

 

La mattina di venerdì 28 si inaugura SonorApuliae, il workshop a numero chiuso organizzato da Archivio del Paesaggio Sonoro e Mediateca Regionale Pugliese dedicato ad una mappatura sonora della città di Bari, che comincerà con una fase laboratoriale, preliminare alla performance di sabato sera. I partecipanti saranno introdotti ai concetti di ecologia sonora e alle tecniche di riprese dei paesaggi sonori da Francesco Giannico e Alessio Ballerini, sound artists  e musicisti elettroacustici fondatori dell’Archivio Italiano del Paesaggio Sonoro. Nel pomeriggio di venerdì e per tutta la mattina di sabato, sotto la guida dei due conduttori, si percorreranno strade e piazze della città vecchia di Bari per ricostruirne il paesaggio sonoro. Sabato 29 alle 21.00 tutti i partecipanti sotto la guida dei due musicisti daranno vita in Mediateca ad un live set elettroacustico. Dopo i workshop sul loro riuso del Laboratorio dal Basso Digital Heritage tornano i repertori di cinema a passo ridotto o famigliare dell’Archivio Oggetti Smarriti che arricchiranno la performance come contrappunto visivo ai paesaggi sonori della città. Per il pubblico è previsto anche un rinfresco estivo.

L’Archivio del Paesaggio Sonoro e la Mediateca Regionale Pugliese inaugurano con questo evento una collaborazione stabile che porterà questa esperienza su tutto il territorio regionale.

Info www.mediatecapuglia.it

Total Recall

 

 

La Mediateca è un’ Iniziativa cofinanziata dal FESR – Azione 4.3.1.


Fondazione Apulia Film Commission , Bari - c/o Fiera del Levante, Lungomare Starita 1, 70132 | P.I. 06631230726